PPTSrGemma1Al termine del pranzo povero organizzato per raccogliere fondi, Suor Gemma ci ha parlato dell'Hogar. Un rifugio per donne vittime di violenza ed i loro bambini.

Da gennaio a maggio 2018, in Argentina, sono state uccise 114 donne; l'obiettivo del rifugio è di prendersi cura delle donne che vivono in situazione di vulnerabilità socio-residenziale e sono vittime di violenze familiari.

A queste donne ed ai loro figli viene offerto un rifugio per consentirle di allontanarsi da casa dove corrono il rischio di subire violenze.

Le donne che arrivano all'Hogar hanno dai 20 ai 30 anni e vivono con il proprio aggressore fin dall’adolescenza. La maggior parte subisce violenza dai propri famigliari che abusano anche dei loro figli; non hanno alcuna risorsa economica, tipicamente non lavorano e non possono escludere l'aggressore da casa perché ne dipendono completamente.

Durante la permanenza nel rifugio si realizzano diverse attività di accompagnamento per le donne e i loro figli che hanno molteplici obiettivi:

  • assicurare loro uno spazio decente e sicuro
  • rivendicare il diritto di vivere senza violenza
  • acquisire la capacità di prendere decisioni in merito alla propria vita
  • rafforzare i vincoli tra la madre e i suoi figli
  • sviluppare la loro autostima perché scoprano e stimino le proprie capacità, valorizzino loro stesse e acquisiscano il rispetto e l’accettazione di loro stesse e degli altri 

PPTSrGemma3PPTSrGemma2Si cerca di aiutarle ad acquistare un grado di libertà che permetta loro di agire secondo la propria scelta e non quella di altre persone, di rafforzare la loro capacità di accedere alle risorse ed ai meccanismi istituzionali per la difesa dei loro diritti.

L’Hogar ospita da 12 a 20 famiglie all’anno e circa 60 bambini da 0 ai 12 anni con una permanenza fino a 3 mesi. Ci lavora un equipe composta da una coordinatrice e 7 donne referenti che rimangono nell’Hogar a turno.

Ulteriori immagini ed informazioni nella presentazione allegata.