2019 04 restaconnoiResta con noi, Signore, quando scende la sera.

Resta con noi quando non abbiamo ancora finito di attraversare il nostro deserto, quando le prove e le tentazioni della vita non durano solo per un momento.

Resta con noi quando, nonostante le nostre professioni di fede, facciamo fatica ad accoglierti come Salvatore nella nostra vita e non bastano tutte le tue manifestazioni e dimostrazioni di amore per abbandonarci fiduciosi in questa relazione.

Resta con noi, Signore, ed insegnaci l’arte della pazienza dei tempi lunghi, quelli dell’agricoltore, che fiducioso spera sempre nei buoni frutti. Forse il nostro cammino di conversione durerà più di una Quaresima: resta con noi, sii paziente… e porteremo buoni frutti.

Resta con noi, Signore, quando ci allontaniamo da casa e pensiamo che la felicità sia altrove. Quando crediamo che tu sia la causa del nostro male. Quando cerchiamo la pienezza del nostro cuore nelle esperienze umane e nelle relazioni terrene. Resta con noi e attendici alla porta a braccia aperte, col tuo sguardo di padre, rispettoso dei nostri tempi, ma sempre desideroso del nostro ritorno.

Resta con noi, Signore, anche quando ti rinneghiamo e ti tradiamo. Quando cerchiamo affetto in relazioni false e momentanee. Resta con noi per farci capire che tu ci ami in modo disinteressato e ti prendi cura di noi.

Resta con noi nel momento della nostra passione e morte per sorreggere quella croce affinché non sia troppo pesante.

Sussurraci ancora una volta parole di speranza, facendoci intravedere uno spiraglio del Paradiso.

Resta con noi, Signore, e noi con te.


Articolo pubblicato sul mensile insieme di aprile 2019.