2019 05 tuttiponteficiLa parola “pontefice” la sentiamo attribuita solitamente al Papa, in quanto vescovo di Roma, e deriva dal latino “Pontifex – pontem facere” che vuol dire: “costruttore di ponti”.

Nella Roma antica tale termine era attribuito ai membri del collegio giuridico-sacerdotale e avevano il compito di conservare le tradizioni religiose e giuridiche della città e controllare il culto pubblico e privato. Sia in campo civile che religioso i pontefici avevano – e hanno – il compito di unire, di mettere in collegamento due realtà, di mediare, di interpretare, di far sì che due estremità lontane siano più vicine.

Mi piace pensare che ognuno di noi è un pontefice.

Ognuno di noi, e tutti insieme come comunità di fede, siamo chiamati a unire, a costruire ponti tra le persone e le realtà. Se penso alla nostra quotidianità lo stiamo già facendo: siete pontefici voi genitori che tramite l’educazione create un ponte tra i vostri figli e la società in cui stanno crescendo. Siete pontefici voi catechisti che introducete i bambini e i ragazzi alla fede, siete pontefici voi volontari della diaconia che vi fate ascoltatori e mediatori dei bisogni di tante persone sole, ammalate e bisognose. Siete pontefici voi che aiutate i migranti e i rifugiati ad inserirsi in questa società svizzera. Siamo pontefici noi membri del Consiglio e del Team Pastorale che cerchiamo di metterci in ascolto dei bisogni della nostra comunità.

Abbiamo bisogno di costruire ancora un altro ponte: ci sono varie famiglie giovani nella nostra comunità che si sentono isolate: non parlano tedesco, non hanno legami con altre persone, sono emigrate a Berna da poco, non hanno altri parenti e conoscenti. Desideriamo costruire un ponte tra queste famiglie e il resto della comunità, famiglie o singole persone.

Avete un po’ di disponibilità per aiutarci a realizzare questo progetto? Avete un po’ di tempo da dedicare? Prendete contatto con Roberta, la nostra collaboratrice sociale (tel.: 079 675 06 13), e non perdete questa possibilità concreta di costruire un altro importante e significativo ponte. “Più ponti e meno muri”, ci ha esortato papa Francesco, e noi ci crediamo davvero.

Un abbraccio

p. Antonio


Articolo pubblicato sul mensile insieme di maggio 2019.