2022 04 LHracontataL’ultimo sabato di febbraio abbiamo presentato il progetto missionario della Lawrence House ai ragazzi delle classi sesta e settima del catechismo in lingua italiana presso la MCLI. È stato un momento ricco di emozioni, per chi presentava e per chi era all’ascolto.

Nonostante la giovane età, i ragazzi hanno mostrato una sensibilità particolare nei confronti del tema: hanno ascoltato attentamente, hanno posto domande per scoprire come fosse la vita presso la Lawrence House e si sono messi in contatto con i giovani della casa-famiglia. Alla fine dell’incontro, infatti, i ragazzi sono stati invitati a scrivere un saluto e/o un messaggio ai loro coetanei (e non solo) che sono accolti dalla Lawrence House. 

Il risultato di questo invito è stato toccante: seguendo la propria spontaneità, ciascuno dei ragazzi ha scritto un breve messaggio di amicizia (chi in italiano, chi in inglese) che ha reso evidente quanto sia semplice per i più piccoli trovare argomenti di condivisione, piuttosto che di divisione. Il tema preferito da molti è stato lo sport: c’è chi ha domandato ai ragazzi di Cape Town quale fosse il loro sport preferito, chi ha disegnato il pallone della Champions League, chi un fiore e chi ha augurato ogni bene.

I disegni e i messaggi realizzati dai ragazzi di Berna sono stati inviati a Romina, la responsabile e coordinatrice degli educatori della Lawrence House. Come abbiamo spiegato ai ragazzi, non possiamo assicurare che riceveremo una risposta, ma siamo certi che questo bellissimo gesto abbia accorciato le distanze.

Ricordiamo che, per chi lo desidera, è possibile fare una donazione alla casa-famiglia tramite il conto postale della Missione: 30-21486-3 con causale: “Casa famiglia a Città del Capo”. Oppure potete accedere alla raccolta fondi e donare sulla pagina web https://gofund.me/7d97c900

Sofia Iorio


Articolo pubblicato sul mensile insieme di aprile 2022.