2021 11 sinodo2La nostra opinione conta!

Un sinodo della Chiesa Universale

Avete mai pensato di voler esprimere la vostra opinione su argomenti che riguardano la Chiesa? Papa Francesco ci invita a fare proprio questo, a partecipare alla discussione sulla comunione nella Chiesa Cattolica Romana e sulla sua missione. Il Papa vuole una Chiesa sinodale - una Chiesa dove le persone si parlano e si ascoltano. Il 17 ottobre 2021 inizierà in tutto il mondo il cammino in tre tappe verso il Sinodo 2023. Si inizia a livello diocesano, seguito da sinodi continentali a partire dall‘autunno 2022 e terminerà nel 2023 a livello della Chiesa universale con il Sinodo dei Vescovi a Roma. Si tratta di un processo che ha come obiettivo l’ascolto delle diverse opinioni, ma soprattutto il rafforzamento della coesione della Chiesa universale. Allo stesso tempo, è un processo spirituale che si svolge in tutto il mondo.

Il cammino della sinodalità è il cammino che Dio si aspetta dalla Chiesa del terzo millennio: andare avanti insieme - laici, pastori e il Vescovo di Roma - un concetto che è facile da esprimere a parole ma non così facile da mettere in pratica

Papa Francesco.

Cos’è un Sinodo?

Il Sinodo dei Vescovi è un organo consultivo del Papa. I vescovi si riuniscono nella fede a livello della Chiesa universale per un dialogo e uno scambio di opinioni. Nel 2023, il Sinodo dei Vescovi sarà preparato per la prima volta attraverso un nuovo processo, in più fasi, „dal basso verso l‘alto“, in modo da coinvolgere tutti i cattolici del mondo. il Papa non vede più il Sinodo come un evento unico dei vescovi a Roma, ma come un processo mondiale. Pertanto, le consultazioni (conversazioni) sono pianificate a tutti i livelli della Chiesa e con il coinvolgimento del popolo di Dio - cioè tutti i membri della Chiesa.

Il titolo del Sinodo è „Comunità, Partecipazione e Missione“. I cattolici di tutto il mondo, e questo include circa 1,1 milioni di cattolici nella diocesi di Basilea, devono essere coinvolti nel processo sinodale. Le discussioni a livello locale, diocesano e continentale costituiranno la base per la discussione al Sinodo dei Vescovi a Roma.

Il sinodo nella diocesi di Basilea

“Il processo sinodale è un’opportunità unica per partecipare al discorso globale dello sviluppo della Chiesa”. Felix Gmür, Vescovo di Basilea.

Papa Francesco è tutto orecchi! La diocesi di Basilea ha preparato un sondaggio che rende facile rispondere alle domande che arrivano direttamente da Roma, in modo da poterle valutare in un secondo momento in modo professionale e poterle poi presentare negli incontri continentali dei prossimi anni. Il Sinodo, per quanto riguarda la nostra diocesi, si svilupperà in tre periodi essenziali: dal 17 ottobre al 30 novembre 2021 chiunque desiderasse potrà discutere, in gruppi di almeno cinque persone, sui vari argomenti proposti da Papa Francesco in persona e dalla diocesi. Le risposte potranno poi essere inserite nella piattaforma di sondaggio dell’istituto di ricerca gfs.bern. I risultati diocesani del sondaggio saranno pubblicati dal 13 al 22 gennaio 2022, discussi e riassunti nell’assemblea pre-sinodale della diocesi che si terrà dal 20 al 22 gennaio. Alla riunione sono invitati i consigli diocesani, le commissioni e diversi ospiti. Il risultato finale della diocesi sarà poi pubblicato il 28 gennaio e trasmesso alla Conferenza Episcopale Svizzera, che analizzerà e discuterà i risultati di tutte le diocesi svizzere per poi inviare il risultato a Roma.

Come partecipare?

Esprimere la nostra opinione sulle questioni della Chiesa Universale è facile! Basta organizzarsi in un gruppo di almeno cinque persone e annunciarsi a gfs.bern per ottenere il login. Sul sito della diocesi wir-sind-ohr.ch troverete poi il documento con le domande a cui rispondere. Quando vi incontrerete, prima di discutere i vari argomenti, invocate il Signore e lo Spirito Santo su di voi con la preghiera sinodale. Caricate in seguito le vostre risposte su gfs.bern per comunicarle alla diocesi!

La redazione

2021 11 sinodo1Adsumus, Sancte Spiritus

Siamo qui dinanzi a te, Spirito Santo: siamo tutti riuniti nel tuo nome. Vieni a noi, assistici, scendi nei nostri cuori. Insegnaci tu ciò che dobbiamo fare, mostraci tu il cammino da seguire tutti insieme.

Non permettere che da noi peccatori sia lesa la giustizia, non ci faccia sviare l’ignoranza, non ci renda parziali l’umana simpatia, perché siamo una sola cosa in te e in nulla ci discostiamo dalla verità.

Lo chiediamo a Te, che agisci in tutti i tempi e in tutti i luoghi, in comunione con il Padre e con il Figlio, per tutti i secoli dei secoli.

Amen


Articolo pubblicato sul mensile insieme di novembre 2021.