GirlsCamp1Sono passati 15 anni dall’apertura della Lawrence House di Cape Town, in Sudafrica. Un posto pensato per i più giovani, minori rifugiati e minori migranti non accompagnati, spesso dimenticati dalle istituzioni locali, che hanno bisogno di cura e protezione. La Lawrence House si occupa infatti di minori che hanno esperienze di migrazione alle spalle e situazioni familiari difficili, tra cui la perdita dei genitori o l’abbandono da parte degli stessi.

Angola, Burundi, Repubblica Democratica del Congo, Zambia e Zimbabwe sono alcuni degli stati di provenienza dei ragazzi accolti in questa struttura. I modelli di migrazione osservati in Sudafrica sono diventati progressivamente più complessi e diversificati negli ultimi tempi con il Sudafrica che attrae non solo i rifugiati e richiedenti asilo, ma anche professionisti qualificati provenienti da tutto il continente, nonché i migranti ambientali e socio-economici.

Nell’Impact Report del 2019 la direttrice della Lawrence House Giulia Treves ha ammesso diverse falle nel sistema di accoglienza sudafricano, specificando che il Dipartimento degli Affari Interni e il Dipartimento di Sviluppo Sociale non hanno molto da offrire ai giovani cittadini stranieri che, una volta raggiunta la maggiore età, sono pronti a lasciare gli istituti di accoglienza per minori. Questo ci aiuta a comprendere l’importanza di una struttura come la Lawrence House, una realtà unica nel territorio cittadino.

Questo posto che porta il nome di “casa” può ospitare fino a 25 bambini e giovani, che vengono accompagnati da uno staff di esperti attraverso un percorso di crescita, tenendo conto della loro unicità, della storia e dei sogni di ognuno, preparandoli alla transizione verso l’età adulta. Oltre alla partecipazione alle attività scolastiche, i ragazzi sono portati a vivere numerose esperienze come gite fuori porta, workshops e sport, avendo così la possibilità di costruire legami con gli altri, sviluppare un forte senso di appartenenza e porre le basi per una sana autostima. Per di più, la Lawrence House si occupa di analizzare gli aspetti legali del soggiorno di questi minori giunti in Sudafrica, oltre che esplorare la possibilità di ricongiungimento familiare, qualora le condizioni lo permettano.

Vogliamo che questa realtà continui a svolgere la sua funzione essenziale e unica a livello locale e nazionale.

Per questo potete fare una donazione usando il conto postale della Missione: 30-21486-3 con Causale: “Orfanotrofio a Città del Capo”.

Anche quest’anno vi ringraziamo di cuore per la vostra generosità.

Sofia Iorio